• Twitter: in arrivo una funzione per combattere le fake news. Ecco come funziona

    Twitter: in arrivo una funzione per combattere le fake news.

    Twitter: in arrivo una funzione per combattere le fake news. Ecco come funziona
    Recenti statistiche mostrano come il Web e i social siano sempre più utilizzati come fonte di notizie da parte degli Italiani, contrastando quasi la TV, ancora la fonte d’informazione prediletta e soprattutto la stampa. 
    Il recente scandalo della Cambridge Analytica che ha coinvolto in modo massiccio Facebook e soprattutto i suoi utenti, ha fatto si che tutti i social network si siano immediatamente attivati per introdurre nuovi strumenti che permettano di riconoscere le fake news.
    Le false notizie sui social sono trattate oggi alla stregua di una minaccia contro la democrazia.
    E' proprio in questo settore si andrà ad inserire la nuova funzione che sta arrivando su Twitter. La funzione sarà aggiunta durante le prossime settimane.



    A partire dalle prossime settimane infatti, tutti i tweet che riguarderanno uno stesso link verranno raggruppati nella homepage. Questo, per poter leggere istantaneamente cosa ne pensano i profili che seguiamo di quella notizia. In modo che l'utente possa capire subito se si tratta di una fake news.

    LEGGI ANCHE

    Fai leggere vocalmente al tuo Android tutte le Notifiche, messaggi, SMS e MAIL.


    Il link relativo alla notizia verrà mostrato in alto, mentre sotto di esso verranno mostrati tutti gli interventi degli utenti che hanno condiviso la news. Verranno riportati anche il numero di like e retweet. Questa nuova funzionalità offrirà un pieno controllo delle opinioni e permetterà anche di avere un'interfaccia molto più chiara e organizzata. Anche se, l'ordine cronologico dei tweet verrà un po' perso.
    La nuova funzione verrà abilitata per tutti gli utenti che possiedono un profilo Twitter nelle prossime settimane. Verrà aggiunta anche all'interno dell'applicazione, disponibile sia per i sistemi operativo Android che per quelli iOS. Non ci resta che aspettare e provare noi stessi la nuova funzionalità.


    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog