• Google rimuove dal Play Store le applicazioni che generano documenti falsi.

    Google rimuove dal Play Store le applicazioni che generano documenti falsi.

    Google rimuove dal Play Store le applicazioni che generano documenti falsi.
    Google ha recentemente aggiornato le norme relative alla privacy e alla sicurezza del suo Centro Sviluppatori, introducendo delle nuove limitazioni per tutte le applicazioni che promettono di creare documenti falsi. Google prende una posizione netta contro tutte quelle app che "cercano di ingannare gli utenti o di favorire comportamenti disonesti". Le nuove regole, che potete trovare in Fonte, includono una sezione dedicata proprio all'ultima categoria citata, in cui si legge che:
    Non sono ammesse le app che aiutano gli utenti a ingannare gli altri, incluse tutte quelle app che generano o  favoriscono la generazione di carte d'identità, codici fiscali, passaporti, diplomi, carte di credito e patenti di guida. Eventuali app rivendicate come "scherzo" o create "per scopi di intrattenimento" (o altri sinonimi) non sono esenti dall'applicazione delle nostre norme.
    Il processo di rimozione delle app incriminate è appena iniziato e tuttora in corso, quindi è possibile che molte di queste siano ancora visibili sul Play Store, tuttavia passerà poco tempo prima che vengano tutte bandite.
    Google non ha comunicato alcun tipo di azione nei confronti degli sviluppatori che hanno realizzato questo genere di app, anche se è probabile che i casi più gravi possano essere puniti con l'esclusione dalla piattaforma. Questo nuovo giro di vite arriva a breve distanza da un'altra mossa simile, con la quale Google ha rimosso oltre 700.000 app da Play Store, in quanto in palese violazione con le politiche della società.

    LEGGI ANCHE

    Google ha deciso il blocco alle sue applicazioni sui dispositivi Android con ROM Custom che non sono certificate.

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog