• 13 dicembre 2017

    Google pubblica sul Play Store due nuove app, Storyboard e Selfissimo.

    Google pubblica due nuove applicazioni sul Play Store si tratta di Storyboard e Selfissimo.

    Non è una cosa che capita tutti i giorni quella di vedere pubblicate, contemporaneamente, ben due applicazioni da Google sul Play Store, oltretutto nemmeno strettamente collegate al suo mondo.

    Quando però le idee sono buone e gli esperimenti portati avanti dai propri sviluppatori si concretizzano in progetti interessanti ecco che il colosso di Mountain View non lesina certo il proprio contributo e pubblica con piacere il lavoro svolto; è certamente questo il caso. Stiamo parlando delle nuove app Storyboard e Selfissimo.

    Entrambe le applicazioni appartengono alla categoria “Fotografia” e permettono di:
    Storyboard: applicazione dedicata alla creazione di GIF e brevi filmati estrapolando i frame più importanti da un video.

    Selfissimo: applicazione che permette lo scatto di selfie in ogni momento, velocissimo, ogni qual volta viene riconosciuta una nuova posa del soggetto.

    (Fonte Google)... Oggi stiamo lanciando le prime di una serie di applicazioni per la fotografia: esperienze di fotografia mobile utilizzabili e utili basate sulla tecnologia sperimentale. Il nostro approccio “app sperimentale” è stato ispirato in parte da Motion Stills, un'app sviluppata dai ricercatori di Google che converte brevi video in cinemagraph e time lapse utilizzando tecnologie sperimentali di stabilizzazione e rendering. Le nostre applicazioni replicano questo approccio appoggiandosi su altre tecnologie in fase di sviluppo in Google. Si affidano al riconoscimento degli oggetti, alla segmentazione delle persone, agli algoritmi di stilizzazione, alle efficienti tecnologie di codifica e decodifica delle immagini e, forse ancora più importante, al divertimento!
    Nel caso avete voglia di provare le nuove applicazioni di Google è possibile eseguire il download di Storyboard e Selfissimo dal Play Store, cliccando sui link subito sotto:

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog