• Breaking News

    30 dicembre 2016

    Kodi 17 "Krypton"; la prima Release Candidate. Ecco le novità principali e il download.

    Kodi 17 "Krypton", disponibile la prima Release Candidate. Ecco le novità principali e il download.



    Kodi 17 "Krypton" è uscito dalla fase beta raggiungendo finalmente lo stato di Release Candidate e rendendosi immediatamente disponibile per il download. Si tratta di un aspetto molto importante per il software media center open-source preferito dagli smanettoni e appassionati di HTPC, e che porta tantissime novità a tutti i livelli - interfaccia, codice e distribuzione.

    Una delle novità più immediatamente percepibili sono le nuove skin Estuary ed Estouchy, finalmente pronte a mandare in pensione la veterana e tanto apprezzata Confluence. Sono state progettate da zero per offrire un'esperienza di navigazione più intuitiva e moderna. Estouchy, ricordiamo, è una variante di Estuary pensata per la navigazione via touch screen.
    Migliorano molto anche il menu delle impostazioni, più ordinato e razionale, e la gestione della parte live TV (PVR), che è molto più semplice e intuitiva (anche se rimane necessario configurare un backend separatamente). Novità sostanziali anche per il gestore degli add-on, che tra le altre cose ora mostra quelli installati di recente.










    Anche il player video è stato completamente riscritto e, anche se a livello utente non ci sono moltissime novità immediatamente percepibili, lato sviluppatori il codice sarà più facile da gestire e aggiornare. È comunque interessante sapere che da ora è possibile cambiare anche il flusso video, oltre a quelli audio e sottotitoli.  Non è certo una funzione così diffusa, almeno nei normali film, ma ha molto più senso nelle registrazioni dei concerti di fascia alta.

    LEGGI ANCHE: 

    KMediaTorrent Add-On Kodi guardi film in streaming, Sports e canali TV in HD 1080p, 720p, 3D, e consente lo streaming dei magnet link di BitTorrent direttamente da KODI


    Per quanto riguarda Android, adesso è supportato il passthrough per l'audio HD (nello specifico i formati DTS, DTS-HD, DTS-X, Dolby TrueHD e Dolby ATMOS. La versione minima del sistema operativo ora richiesta è la 5.0 Lollipop. Ciò significa che è stato possibile rimuovere molto codice personalizzato per accedere ai codec multimediali. In alcuni casi, in particolare con dispositivi basati su chip AMLogic, potrebbero verificarsi alcuni malfunzionamenti, in attesa che AMLogic rilasci un aggiornamento software che si allinei agli standard di Android.

    C'è ora anche un add-on che permetterà di configurare con semplicità l'input da controller di gioco. Anche una nuova interfaccia Web chiamata Chorus2, tramite la quale si può esplorare la libreria, lanciare la riproduzione di contenuti e molto altro ancora.

    Queste sono solo le novità macroscopiche; per ulteriori informazioni, vi rimandiamo al post ufficiale di presentazione  sul sito di Kodi. Chi vuole andare direttamente al sodo, invece, può dirigersi direttamente alla pagina dei download   http://kodi.tv/download, anche se vi segnaliamo che, al momento della pubblicazione dell'articolo, il sito fa molta fatica ad aprirsi, probabilmente causa traffico intenso.
    Per chi usa Windows, ricordiamo che Kodi è disponibile anche sul Windows Store (è la stessa applicazione, convertita con Desktop App Converter, senza alcuna limitazione e con il vantaggio degli aggiornamenti automatici) a questo indirizzo. https://www.microsoft.com/it-it/store/p/kodi/
    fonte

    DA NON PERDERE

    Guida come installare SportsDevil Repository Ufficiale su Kodi, il miglior Add-On per il calcio in streaming, aggiornato al 20 Novembre 2016


    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog