• Breaking News

    Scopri (con un semplice test) se hai una porta aperta (Blackdoor) sul tuo computer, che può essere usata da un eventuale malintenzionato.

    Come scoprire se abbiamo una porta aperta (Blackdoor) sul nostro computer quando siamo collegati in Rete.


    Il Port Scanning è una tecnica informatica utilizzata per raccogliere informazioni su un computer connesso ad una rete stabilendo quali porte siano in ascolto su una macchina.

    Letteralmente significa "scansione delle porte" e consiste nell'inviare richieste di connessione al computer bersaglio (soprattutto pacchetti TCP, UDP e ICMP creati ad arte): elaborando le risposte è possibile stabilire (anche con precisione) quali servizi di rete siano attivi su quel computer. Una porta si dice "in ascolto" ("listening") o "aperta" quando vi è un servizio, programma o processo che la usa.


    Il risultato della scansione di una porta rientra solitamente in una delle seguenti categorie: 
    - aperta (accepted): l'host ha inviato una risposta indicando che un servizio è in ascolto su quella porta. 
    - chiusa (denied): l'host ha inviato una risposta indicando che le connessioni alla porta saranno rifiutate (ICMP port-unreachable).
    - bloccata/filtrata (dropped/filtered): non c'è stata alcuna risposta dall'host, quindi è probabile la presenza di un firewall o di un ostacolo di rete in grado di bloccare l’accesso alla porta impedendo di individuarne lo stato.

    Leggi anche: 

    Rendi invisibile la tua rete Wireless domestica per evitare ogni tipo di attacco e di essere intercettato.

    Di per sé il port scanning non è pericoloso per i sistemi informatici, e viene comunemente usato dagli amministratori di sistema per effettuare controlli e manutenzione. Questa procedura rivela però informazioni dettagliate che potrebbero essere usate da un eventuale attaccante per preparare facilmente una tecnica mirata a minare la sicurezza del sistema. 
    Un buon amministratore del proprio sistema sa che un firewall ben configurato permette alle macchine di svolgere tutti i loro compiti, per rendere difficile (se non impossibile) la scansione delle porte, ad esempio implementando meccanismi di accesso selettivo basati sul port knocking.

    Attraverso l'utilizzo del servizio Portscan possiamo trovare le porte aperte sul nostro PC e raggiungibili da Internet. L'uso del servizio è molto semplice e non necessita di installazione. Tutto quello che dobbiamo fare e collegarsi sul sito: www.mambro.it/portscan
    Si tratta di un servizio online che può essere utilizzato solo sul nostro computer. Per una questione di sicurezza,infatti, non è possibile controllare se altri host connessi a Internet abbiano a loro volta lasciato porte aperte.

    Portscan rileva automaticamente l'IP col quale siamo connessi e ci offre due opzioni. 
    • Con SINGLE PORT PORSCAN possiamo specificare la porta e avviare il test sulla stessa per verificare se sia aperta o meno. Dopo alcuni secondi un messaggio ci informerà del risultato del test. Nel caso la porta fosse aperta, possiamo provvedere a chiuderla in modo da non essere esposti ad attacchi. 
    • La seconda opzione è STANDARD PORTS PORSCAN e ci permette di eseguire una scansione delle porte standard. Dopo aver premuto il tasto test standard ports dovremo attendere circa un minuto per verificare se le stesse siano aperte o meno.
    Sopra lo screenshot del test eseguito sulle porte di un nostro Computer utilizzando la seconda opzione.

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog