• Breaking News

    29 aprile 2016

    Il Google Play Store adesso avvisa gli utenti se le app in download contengono pubblicità nella forma acquisti in-app.

    Con il nuovo aggiornamento il Google Play Store avvisa gli utenti se le app in download contengono pubblicità nella forma acquisti in-app.

    Era immaginabile che sarebbe successo; ai tanti sviluppatori di applicazioni Android, che pubblicano le loro app sul Google Play Store era stato chiesto, già da diverso tempo, di specificare se le proprie app contengono o meno acquisti in-app, in modo da poterne rendere evidenza, citandone la presenza o meno nello Store di Google, in modo da avvisare gli utenti dei "rischi" che corrono ad installare tali applicazioni. Tutto questo a favore di una maggiore trasparenza e, soprattutto, di una migliore consapevolezza per tutti gli utenti anche quelli più piccoli, che magari sono del tutto ignari del rischio che corrono.

    Leggi anche:

    Browser Adblock il browser anti-pubblicità sul tuo smartphone o tablet.

    Agli sviluppatori è stato chiesto in modo chiaro di specificare in fase di inserimento sul Play Store se le proprie app contenessero o meno annunci pubblicitari entro e non oltre l'11 Gennaio 2016, e se fino ad ora non era chiaro il motivo, adesso il motivo è fin troppo evidente. Secondo un recente report di Venturebeat la versione internazionale del Google Play Store avrebbe inserito un'informazione in più sulle app da essi contenuti, ovvero la presenza o meno di annunci pubblicitari nell'app stessa.

    avviso di acquisti in-app su app in download dal Google Play Store

    Se gli acquisti in-app sono presenti, comparirà un piccolo avviso sotto al tasto Installa dell'app Play Store, con la dicitura  Contiene annunci pubblicitari. Insomma un tipo di informazione in più che male non fa e che aiuta gli utenti ad avere ancor più consapevolezza di cosa si va ad installare sul proprio smartphone Android.
    Al momento la nuova “etichetta” non è presente sulla versione italiana del Google Play Store ma lo sarà nelle prossime ore.

    Da non Perdere:

    Bloccare la pubblicità invasiva con ADBlock Plus su smartphone Android senza permessi di root.

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog