• Breaking News

    2 gennaio 2016

    Facebook a caccia nel territorio di Google? Sembrerebbe di si, secondo certe indiscrezioni.

    Facebook invade il territorio di Google?

    Google si sente fortemente minacciato e a quanto dato sapere è seriamente preoccupato per quanto sta accadendo; Facebook sta muovendosi in un modo che a Big G proprio non piace.
    Facebook e Google sono, praticamente da sempre, fra le 10 applicazioni più utilizzate negli Stati Uniti, ognuno nel suo settore anche se la maggior parte delle persone trascorre il 20% del suo tempo proprio sull'app social di Facebook mobile.

    Adesso, Facebook ha deciso di invadere il territorio di Google. Da sempre Google è il re della Ricerca, ma sorprendentemente Zuckerberg sperimenta una nuova funzione di ricerca su Messenger, cerca quindi di migliorare la Search nei post e crea M, l'equivalente di Siri.

    Leggi anche:  Facebook; raccolta trucchi e consigli per recuperare password, facebook off-line, più sicurezza e privacy sul diario.

    Quello che Google invece potrebbe fare.
    Google è certamente in grado di rivaleggiare con Facebook, quando si tratta di intelligenza artificiale. Lo scorso anno, Google ha assunto Geoffrey Hinton, uno dei ricercatori più importanti del mondo delle reti neurali di apprendimento profonde, per aiutarla a progettare nuovi algoritmi di intelligenza artificiale. La mossa è arrivata subito dopo Facebook assunto NYU professore Yann LeCun per dirigere il suo laboratorio di ricerca di AI.

    Ma, come detto, Google manca la rete. Quindi, perché non lanciare una chatbot sulla piattaforma di Facebook? Facebook ha aperto Messenger per sviluppatori di terze parti in marzo, consentendo agli utenti di inserire immagini, video e altri contenuti multimediali provenienti da altre applicazioni. Google potrebbe sviluppare il suo chatbot AI-alimentati per Messenger.

    Google ha avuto remore di sviluppo software per piattaforme di proprietà di concorrenti. Ha decine di applicazioni per iOS, per esempio. Ma lo sviluppo per la piattaforma di Facebook potrebbe non essere nel migliore interesse di Google, in quanto cede il controllo e fornisce dati ad una società che utilizza lo stesso modello di monetizzazione come se stesso. Così, Google è lasciata a se stessa per creare un app che la gente userà - e utilizzare per la ricerca.

    Cellulare; in crescita la ricerca.
    All'inizio di quest'anno, Google ha annunciato che riceve più ricerche su smartphone di quanto non faccia sui desktop. A dire il vero, il numero di query su dispositivi mobili continua a crescere, e le query sono in gran parte di Google a perdere. Facebook M e funzionalità di ricerca di sua app di punta rappresentano minacce reali, ma lo sviluppo resta lento e limitato. Google ha il tempo di capire come competere con Facebook per mantenere la sua quota del mercato della ricerca mobile in quanto continua a crescere.
    fonte 

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog