• Breaking News

    26 agosto 2015

    Popcorn Time; 75.000 utenti norvegesi del sito di film in streaming sotto la lente d'ingrandimento da parte delle autorità dell'anti-pirateria.

    Popcorn Time; 75.000 utenti norvegesi sotto la lente d'ingrandimento da parte delle autorità.

    Brutta notizia per gli amanti dei film in streaming per gli utenti norvegesi. La società Right Alliance sostiene di avere nel suo database ben 75 mila nomi di possibili pirati che hanno utilizzato Popcorn Time.

    Una modifica recente alle leggi locali consentirebbe al gruppo anti-pirateria di analizzare il comportamento online degli utenti ritenuti sospetti, con la possibilità, inoltre, che questi ultimi ricevano una "sorpresa via posta" nel corso del prossimi mesi.

    Leggi anche: GuardareFilm il portale Italiano dedicato ai Film in Streaming, vi da la possibilità di Guardare Film e Serie TV che desiderate senza nessun costo.

    È passato un anno dal rilascio ufficiale di Popcorn Time. Il sito non è altro che una grande vetrina di titoli con cui accedere ad un enorme database di film in lingua originale, per andare a cercare i fra i contenuti illeciti le offerte di BitTorrent. Lo Streaming video e il download avvengono in peer-to-peer, e la qualità è altissima.
    Ma Popcorn Time non è diventato famoso solo per la qualità dei suoi contenuti, ma anche e soprattutto per via della semplicità incontrastata con cui si ha accesso a contenuti pirata e gratuiti. A differenza dei servizi a pagamento legittimi, non c'è nessuna necessità di abbonarsi o effettuare il log-in, né tanto meno l'utente è chiamato ad inserire le credenziali di una propria carta per il pagamento online.

    La Norvegia con i suoi 5,1 milioni di abitanti, di cui circa 750 mila abituali "pirati" che, con una certa regolarità scaricano video illegalmente. Circa 250 mila fra questi utilizzano Popcorn Time su base settimanale, utenti che sembrerebbero sotto i riflettori di Rights Alliance.
    L'associazione anti-pirateria sostiene di essere in possesso delle informazioni di circa 75 mila sospetti utilizzatori di Popcorn Time, con i vertici che stanno decidendo come operare.
    "Possiamo utilizzare legittimamente queste informazioni, e può essere che qualcuno ottenga presto una piccola sorpresa nella sua casella di posta", ha dichiarato Willy Johansen, dirigente del gruppo anti-pirateria. "È probabile che qualcosa succeda nel prossimo autunno". Se le minacce si rivelassero fondate, gli utenti finali sarebbero colpiti per la prima volta in assoluto in Norvegia dalla modifica delle leggi di due anni fa.

    Da non Perdere: Registra in HD su Cloud i tuoi film ed eventi sportivi preferiti da rivedere quando e dove vuoi. Scopri come!!

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog