• Breaking News

    28 luglio 2015

    Secondo una ricerca una grande percentuale di app scaricate dai principali store genera pubblicità fantasma e molto pericolosa

    studio ricerca su pubblicità fantasma delle app su android
    Una grossa percentuale di app scaricate dal Google Play potrebbe generare della pubblicità fantasma e potenzialmente molto pericolosa

    Interessante quanto emerso da questa ricerca. Forensiq, una società specializzata nello studio di frodi online, ha pubblicato un rapporto riguardante le app che generano ricavi pubblicitari senza, di fatto, mostrare nessuna pubblicità all'utente, utilizzando meccanismi poco leciti, per non dire illegali e di sicuro pericolosi per il nostro dispositivo: si tratta di “mobile device hijacking“, e nei prossimi tempi potrebbe diventare una seria minaccia per tutti i dispositivi.

    Leggi anche: Ecco come bloccare o eliminare tutta la pubblicità sulle app Android.

    Grazie ad un algoritmo sviluppato dalla stessa Forensiq, è stato possibile individuare quelle applicazioni che presentano un comportamento “anormale” del tipo: visualizzazioni pubblicitarie al minuto eccessivamente elevate, connessione a diverse piattaforme in un breve lasso di tempo.
    Le applicazioni, una volta aperte, non mostrano "visivamente" nulla all'utente, e anche quando sono in background, scaricano annunci pubblicitari, simulano click, generando introiti, consumando batteria e dati: alcune app arrivano a consumare addirittura fino a 2 GB in un giorno.

    Di tutte le app testate (di cui non è noto il campione), il 14,64% risulterebbe a rischio, e riguarderebbe le tre piattaforme principali, Android, iOS e Windows, senza alcuna distinzione se non in termini di volume. I mercati più colpiti risulterebbe quello degli Stati Uniti, quello Europeo e Asiatico, per un totale stimato di oltre 12 milioni di dispositivi.

    Leggi anche: Ecco come bloccare la pubblicità invasiva e pericolosa su Chrome, senza usare troppe risorse di sistema.

    Per chi fosse interessato, questa ricerca  può essere scaricata in lingua inglese a questo indirizzo http://forensiq.com/mobile-app-fraud-study/, lasciando i propri dati.
    Purtroppo, non è presente (ma sarebbe stato molto utile), l'elenco delle app testate, in particolare di quelle che risultate positive a questo “mobile device hijacking“ test.

    Da non Perdere: Prestare Attenzione! Ci sono app che aprono App Store e Play Store in automatico senza il consenso dell'utente su iPhone e Android

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog