• Breaking News

    9 novembre 2014

    Chrome per Android lento e si blocca? Aumenta l'uso di RAM per migliorare velocità e fluidità.

    trucchi chrome per android
    Chrome per Android ecco un trucco per aumentare la velocità e la fluidità. 

    Chrome malgrado goda di ottimi feedback visto l'elevato standard di qualità cui tutti gli riconoscono, non è esattamente un fulmine di velocità sui dispositivi Android: ogni tanto, senza ragione apparente, il più famoso browser web del mondo rallenta vistosamente, si blocca, scatta, facendo diventare l'esperienza d'uso tutto fuorché piacevole. 

    Il problema principale è la RAM: Chrome ne è diventato (al contrario di quanto in molti dicono), letteralmente vorace e ne vorrebbe usare molta di più di quella che gli è concessa (128 MB). 
    Aumentandola, non avremo (quasi) più il problema di rallentamenti improvvisi, crash e quant'altro e anche lo scrolling e il salto da una scheda all'altra diventerebbero notevolmente più rapidi

    Leggi anche:  Usa un plug-in di Chrome; metti in pausa i tab aperti e avrai tanta RAM in più da utilizzare.
    .
    La procedura è molto semplice.

    - Da Chrome per Android (beta o no, non importa) collegatevi a questo indirizzo chrome://flags/.
    - Adesso all'interno della pagina cercate la voce Sezioni massime per l'area di interesse (se la vostra lingua è l'Inglese, la voce è Max tiles for interest area).
    - Una volta rintracciata, premere sul pulsante posizionato subito sotto che mostra la scritta Predefinito e impostate 256 (questo valore dovrebbe essere più che sufficiente, ma è possibile sperimentare anche con 512 se avete tanta RAM on board).
    - Una volta cambiato il valore, verrà visualizzato un pulsante, in fondo, per riavviare il browser Chrome. 
    - Premerlo e la modifica diverrà attiva.

    Come possiamo intuire, la procedura appena descritta avrà comunque delle conseguenze ben precise, che possono diventare un problema in altre funzioni/operazioni sullo smartphone: assegnando più RAM a Chrome, ne avremo a disposizione meno per il resto del sistema. 
    Quindi, potrebbe capitare che il multitasking da un'app all'altra potrebbe essere meno efficiente. 
    Il problema non si pone se sul vostro smartphone avete due o più GB di RAM disponibili, ma il consiglio, prima di applicare la modifica, di monitorare per un po' di tempo quanta memoria rimane disponibile in media per le altre utenze e, valutare se vale la pena di sacrificare 128 MB.

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog