• Breaking News

    24 agosto 2014

    Android; velocizzare lo smartphone (tutti anche i nuovi) e aumentare durata batteria; due grandi trucchi!

    Android; come velocizzare lo smartphone (anche i più recenti) adottando un semplice trucco!


    Se con il passare del tempo il vostro smartphone Android ha perso un po di brillantezza e velocità non dovete assolutamente preoccuparvi, esiste un trucco per ripristinare tutte le sue funzionalità. 

    Naturalmente l'applicazione di tale accorgimento, non  esclude la normale manutenzione come, fare  pulizia con una certa frequenza dei file e applicazioni che non sono più necessari. E' bene inoltre mantenere un valido programma di riavvio – una volta al giorno, o ogni due giorni. 

    Android è il sistema operativo che maggiormente consente la personalizzazione del proprio dispositivo rispetto ai concorrenti, questo significa che ogni utente può cambiare cambiare il modo in cui alcune delle funzioni lavorano sul telefono. 

    Una di queste è, ad esempio "la modalità sviluppatore", attivandola verrà resa disponibile tutta una nuova serie di modifiche che sarà possibile applicare sul vostro dispositivo. 
    Una di queste è la "lunghezza di un'animazione" utilizzata dal sistema. Riducendo o disabilitando le animazioni, dovremmo essere in grado di notare un sensibile e immediato miglioramento delle prestazioni. 
    Vediamo come fare:

    1 -  Attiviamo la modalità sviluppatore sul nostro smartphone.

    Cerchiamo la voce di menu relativa alle Opzioni Sviluppatori nel menu Impostazioni ed attiviamola. Se non riusciamo a trovare tale voce, andiamo su Info sul dispositivo e premiamo la voce di menu “versione build” fino a visualizzare un messaggio che dice che le opzioni sviluppatore sono state abilitate.

    2 -  Disattiviamo le animazioni (o ridurle).

    A questo punto scorriamo in basso il menu Opzioni sviluppatore fino al riquadro relativo alle opzioni: animazione di ridimensionamento finestra, ridimensionamento animazione finestra e ridimensionamento durata Animator. 
    Per tutte e tre le voci di menu è possibile decidere di disattivare l'animazione!

    3 - Riavviare il dispositivo

    Procedere con il riavvio dello smartphone.

    Provate adesso a spostarvi tra alcune applicazioni, dovrete trovare una differenza notevole su come il vostro dispositivo le gestisce. Questa regolazione funziona anche sul più recente dei dispositivi, rendendolo ancora più veloce.

    Android allunga la durata della batteria chiudendo in automatico tutti i processi inutili con una app dedicata.

    I possessori di uno smartphone  Android possono utilizzare, oltre all'overclock del processore, un'altra tecnica molto usata per potenziare e velocizzare lo smartphone è l'ottimizzazione della memoria.
    Può tornare molto utile, ad esempio, cancellare la memoria cache o terminare i processi non più in uso.

    Per compiere questa operazione, possiamo usare l'app gratuita Advenced Task Killer, scaricabile dal Play Store.
    Dopo averla installata, basta avviarla per visualizzare tutti i processi e le app attive.

    Automaticamente, Advanced Task Killer seleziona ciò che non è essenziale, nascondendo quei processi necessari al corretto funzionamento di Android.
    Tutto ciò che dovremo fare è tappare su KILL selected apps per dare subito una bella pulitina al sistema.

    Di default  Advanced Task Killer, come detto, parte automaticamente all’avvio e fa apparire la sua icona nell’area di notifica da cui si può lanciare l’app in un attimo. Entrambe le feature sono disattivabili dalle opzioni.


    Oltre alla possibilità di non mostrate mai i servizi, ma solo le applicazioni, ATK mette a disposizione anche una ignore list dove possiamo scegliere le app che non vogliamo mai terminare. Questa funzione è particolarmente utile se scegliamo di usare un’altra delle opzioni che ci dà ATK: l’Auto Kill

    Advanced Task Killer infatti ci dà anche la possibilità terminare automaticamente le app che girano in background, ma che non stiamo usando. 
    Dal menù settings, si può impostare il livello di Auto Kill:

        safe – termina le app non attive ma che consumano lo stesso risorse
        aggressive – termina le app che stanno girando in background
        crazy – termina tutte le app che non sono usate in quel momento


    Si può anche impostare la frequenza dell’Auto Kill, che può attivarsi ogni 4 ore, 2 ore, 1 ora, mezz’ora oppure ogni volta che lo schermo si spegne. 

    Da notare che gli sviluppatori consigliano di usare questa opzione con cautela visto che un uso poco accorto potrebbe portare a utilizzare ancora più memoria e batteria

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog