• Breaking News

    18 luglio 2014

    Google+, finalmente, permette l'utilizzo di nomi di fantasia.

    Google+, finalmente, permette l'utilizzo di nomi di fantasia nella registrazione di un account.

    Google fa marcia indietro, e abbandona (finalmente) la regola che prevedeva delle restrizioni relative all'utilizzo del reale nome sulla sua rete Google+.
    Big G ha riconosciuto l'errore e si è scusata per le “esperienze inutilmente difficili” che le vecchie regole hanno creato.

    Google+ al lancio ufficiale, chiedeva alla registrazione, l'identità reale dei suoi utenti: in pratica i nostri account venivano bloccati se si  utilizzavano come nickname nomi di fantasia.
    Nel corso del tempo, tali restrizioni sono via via diminuite e ora, finalmente, chiunque può scegliere di utilizzare uno pseudonimo su Google+.

    Nel corso del tempo c'è chi ha accusato Google di aver imposto regole troppo rigide che potrebbero portare alla morte del social network, ma il co-fondatore Larry Page ha promesso di “continuare a lavorare duramente per offrire nuove e grandi esperienze” agli appassionati di Google+. E' forse questo il primo passo?.

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog