• Breaking News

    24 maggio 2014

    Permessi di Root Samsung Galaxy S5; ecco i veri motivi per cui va fatto e quelli per cui non conviene.

    Guida ai Permessi di Root sul Samsung Galaxy S5; ecco i veri vantaggi e i suoi rischi.



    Il bellissimo Samsung Galaxy S5 è uno smartphone top gamma in tutti i sensi, presente già da diverso tempo sul mercato internazionale, sta meritatamente riscuotendo successi uno dietro l'altro. Perché allora eseguire il root su un telefono praticamente perfetto? Quali sono i veri vantaggi che si hanno nell'eseguire tale procedura?

    Molti di voi potrebbero essere tentati dalla sola curiosità, oppure per il piacere che da avere il controllo totale del proprio telefono in ogni suo aspetto.
    In fin dei conti ottenere i privilegi di root in sostanza è diventare amministratori del sistema in uso. Allora vediamo perché eseguire il root sul Galaxy S5.

    Samsung Galaxy S5; permessi di root – I Vantaggi

    Ottenere i privilegi di root sul proprio smartphone Android offre una serie di vantaggi, che si fanno sempre più evidenti quando si tratta di un terminale prodotto da un'azienda che tende ad implementare un sistema fortemente personalizzato.
    • Disinstallare i software inutili (completamente): Finalmente è possibile dire addio a tutte quelle inutili applicazioni che Samsung continua a preinstallare sui terminali, anche se va fatto attenzione in quanto alcune potrebbero essere davvero importanti.
    • WiFi Hotspot senza restrizioni: Alcuni operatori impongono delle restrizioni sull'utilizzo dell'Hotspot, grazie al root è possibile evitare queste limitazioni
    • Maggiori prestazioni: E' innegabile!, conseguenza diretta della disinstallazione dei software inutili, oltre che la possibilità di settare grazie ad applicazioni particolari (es. SetCPU) le impostazioni del processore in modo più performante.
    • Backup delle app con i dati: Per le applicazioni senza sincronizzazione con i servizi Cloud, cambiare il telefono potrebbe comportare la perdita dei dati delle applicazioni. Grazie al root e ad applicazioni come TitaniumBackup il problema è risoltoi.
    • Flash dei Firmware tramite Mobile ODIN: Grazie ai permessi è possibile usare l'applicazione Mobile ODIN di Chainfire.
    • Usare Xposed Modules: Xposed modules permettono di installare tweak sui terminali che permettono a loro volta di personalizzare, migliorare l'esperienza d'uso di Android.

    Samsung Galaxy S5; permessi di root – I Rischi

    Nonostante sia una procedura consolidata da anni, sicura, provata e riprovata, con innumerevoli vantaggi su più fronti, il root, rappresenta sempre un rischio, soprattutto se effettuato con sufficienza o da utenti poco abituati a tali procedure. 
    Tra i rischi (anche se molti lo giudicano meno importante), l'annullamento della garanzia che comunque può essere “ripristinata” reinstallando sul terminale il sistema originale di Samsung.

    Il rischio più serio invece è quello che in gergo tecnico viene definito soft-brick. 
    Per il Samsung Galaxy S5 è una cosa abbastanza seria e dipende totalmente da chi effettua il root. Se non vengono eseguite le istruzioni alla lettera, passo per passo, è possibile ritrovarsi con un Galaxy S5 che non si avvia più. Va detto, anche per non spaventare troppo nessuno, che anche questa situazione in alcuni casi è risolvibile tramite ODIN.

    Per la guida dettagliata ai permessi di root sul Samsung Galxy S5 vi rimando al prossimo articolo. Mariano Meini su Web Life Online

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog