• Breaking News

    Formati Video: cos'è il bitrate?, qual'è la differenza fra MPEG-2 e MPEG-4? Quali sono le alternative di qualità?

    Formati Video; rimettiti in pari con la tecnologia con Le Grandi Domande di Web Life Online.

    In questo articolo vedremo che cos'è il Bitrate e la differenza che c'è fra MPEG-2 e MPEG-4, inoltre vedremo quali sono le alternative di qualità.

    Cos'è il Bitrate?


    Con il termine bitrate, letteralmente velocità dei bit, viene indicato il numero do bit al secondo necessari per la corretta riproduzione di un filmato video digitale. Si tratta quindi dell'unità di misura del flusso delle informazioni e viene utilizzata anche per la visualizzazione dei video su Internet. Maggiore è il bitrate, migliore è la qualità che si riesce a ottenere e di conseguenza più pesante risulta il file corrispondente. 

    In ambito video, il bitrate dipende anche dal frame rate e cioè dal numero di fotogrammi al secondo che costituiscono la sequenza. Il bitrate si misura in milioni di bit al secondo o Mbps. Alla risoluzione di 352x288 pixel, corrispondenti alla qualità standard di una webcam, con un campionamento di colori a 8 bit e un frame rate di 24 immagini al secondo, il bitrate risultante è pari a circa 18,55 Mbps. Con questo bitrate, un minuto di filmato occupa oltre 139 MB. Utilizzando un codec MPEG-1 per la compressione video, per esempio, il bitrate viene invece portato a circa 1,73 Mbps e il file corrispondente occupa solo 12 MB circa. I valori migliori di bitrate dipendono dal tipo di codec utilizzato per la compressione del filmato digitale.

    LEGGI ANCHE

    Formati Video; cosa sono i codec video? e i formati MPEG?


    Che differenza c'è fra MPEG-2 e MPEG-4?


    Il codec MPEG-4, registrato come standard ISO/IEC 14496 nell'ottobre del 1998, non è una semplice evoluzione del precedente formato di codifica MPEG-2. Rispetto a quest'ultimo, infatti, sfrutta un'innovativa tecnologia denominata ACE ovvero: Advanced Coding Efficiency. L'ACE è una particolare codifica in grado di comprimere un intero con audio stereofonico nello spazio di un unico CD. Solo 700 MB possono contenere infatti un video della durata di circa 110 minuti. 

    Lo stesso film, in formato MPEG-2, occuperebbe undici volte più spazio e dovrebbe essere quindi memorizzato su un supporto DVD che metta a disposizione una capienza di 8 GB. Lo standard MPEG-4, inoltre, presenta una grande versatilità nella gestione del bitrate video e può elaborare file con velocità che vanno dai 5 Kbps ai 10 Mbps. 
    Grazie alla tecnologia inter frame, infine, il codec  mpeg-4 è in grado di distinguere le scene con poche variazioni da quelle più movimentate, tipiche per esempio dei film d'azione. In questo modo il rapporto di compressione viene variato istantaneamente a seconda del tipo di scena, mantenendo sempre costante il livello di qualità anche a fronte della riduzione in termini di dimensione del file che contiene il video. Il motore di compressione dell' MPEG-4 viene comunemente chiamato AVC, Advanced Video Coding ma la sua definizione completa, per essere precisi è MPEG-4 Part 10. L'AVC rappresenta un ulteriore standard, l'ISO/IEC 14496-10, sviluppato e formalizzato dal Moving Picture Experts Group.

    Alternative di Qualità

    Anche se il formato AVI è attualmente quello più diffuso, sia Apple, sia RealNetworks continuano senza tregua a insidiarne il primato con propri prodotti. QuickTime, caratterizzato dall'estensione MOV, è il formato proprietario di Apple per la riproduzione e la compressione audio e video. La sua caratteristica principale è quella di integrare immagini, suoni e animazioni per creare oggetti chiamati movies. QuickTime non utilizza un unico tipo di compressione, ma sfrutta differenti codec in relazione al tipo di dati da trattare. L'ultima versione del lettore disponibile, la 7, permette di riprodurre qualsiasi tipo di file audio anche con bitrate variabile, gestisce la grafica 3D e gli effetti e le panoramiche a 360 gradi. Il formato RealMedia di RealNetworks è attualmente uno degli standard per lo streaming  audio e video su Internet. Nato originariamente per il solo ascolto dei file audio, nelle successive versioni ha integrato anche funzionalità avanzate di visualizzazione e di compressione video, diventando così un prodotto estremamente completo. Attualmente è possibile scaricare gratuitamente l'edizione RealPlayer SP che comprende un convertitore di formati video e multimediali capace di copiare e trasferire i filmati anche nei dispositivi portatili come cellulari, negli iPod e persino nelle sempre più diffuse console PS3 e Microsoft Xbox.

    DA NON PERDERE

    Cosa sono i Formati Video?

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Cerca nel blog