Ripristinare Firefox! I browser sono diventati lenti o si bloccano continuamente? Ecco come fare!

Ripristinare Firefox senza perdita di dati personali.

Anche i browser dopo un certo periodo di utilizzo, possono iniziare ad avere rallentamenti o malfunzionamenti di vario genere. Nella maggior parte dei casi la colpa è da imputare ad un'impostazione sbagliata o un componente aggiuntivo che ha smesso di funzionare correttamente.
Leggi anche:  Firefox; ripristinare il copia/incolla disabilitato siti web e ottimizzare consumi RAM del browser

Naturalmente ripristinare completamente il browser sarebbe la soluzione perfetta per riportare il tutto ad corretto funzionamento, ma tale procedura equivarrebbe a perdere anche tutti i dati e le impostazioni personali, recuperabili soltanto se sincronizzati con il cloud.
Mozilla ha ottimizzato una procedura tanto semplice quanto efficace per effettuare il ripristino “funzionale” del browser senza perdere i dati personali: a partire da Firefox 35 è infatti possibile effettuare un ripristino parziale del browser, eliminando determinati componenti che potrebbero alterarne la velocità o il funzionamento, semplicemente recandosi sulla pagina di download del browser e premendo un tasto; vediamo come

Ripristinare Firefox usando il sito web (la procedura, al momento, è valida solo per Windows).
Colleghiamoci con il browser alla pagina di download di Firefox (link sotto) e selezioniamo Ripristina Firefox.
A questo punto le impostazioni saranno così modificate:
- le estensioni saranno eliminate
- i componenti aggiuntivi saranno eliminati.
- la personalizzazione grafica eliminata,
- impostazioni funzionali saranno eliminate;
- verrà eliminato il vecchio profilo utente e ne verrà creato uno nuovo.
Malgrado la creazione di un nuovo profilo utente, ecco le importanti informazioni personali che verranno conservate;
- i segnalibri;
- le password;
- le schede aperte;
- le informazioni di completamento automatico;
- i cookie.

Come possiamo vedere ad essere eliminati sono i potenziali fattori di rallentamento, come estensioni e componenti aggiuntivi, senza invece modificare alcun dato personale.

Da non Perdere: 

Download velocissimi e streaming gratis di album musicali e mp3 da MP3jam. Grande database musicale.

Firefox, Chrome e Internet Explorer sono diventati lenti o si bloccano continuamente? Ecco come fare per risolvere il problema.


Tralasciando i motivi, che possono essere diversi, percui i tre grandi browser sono diventati molto lenti o si bloccano continuamente durante la nostra navigazione, possiamo, invece, intervenire manualmente per farli tornare efficienti come prima.

Trattandosi di tre programmi diversi, ogni browser richiede una particolare procedura per ottenere lo stesso risultato.

Internet Explorer
  • Se usiamo Internet Explorer, colleghiamoci a questo indirizzo; xxx. 
  • Quindi facciamo clic sul pulsante Fix it nella sezione Reset Internet Explorer settings del sito, per ripristinare le impostazioni di base. 
  • Con il pulsante Fix it del punto Disable add-ons, invece, disabilitiamo tutti gli add-on. In questo modo, per esclusione, attivandone uno alla volta, possiamo capire quale di essi crea problemi.
Firefox
  • Firefox, invece, va avviato in modalità provvisoria (è possibile farlo in vari modi, per esempio tenendo premuto Shift mentre clicchiamo sull'icona del programma). 
  • La scelta Avvia in modalità provvisoria ci consente di avviare temporaneamente il browser pulito. con le impostazioni di base, senza estensioni né personalizzazioni. 
  • Con Ripristina Firefox, invece, riportiamo definitivamente il browser allo stato iniziale
Chrome
  • Su Chrome possiamo ripristinare tutte le impostazioni semplicemente accedendo alla seguente pagina; chrome://settings/resetProfileSettings da Chrome..
Da non Perdere:

Se la tua ADSL non funziona, scopri cosa non va e risolvi direttamente con Chrome !!

Android; gestisci la luminosità dello schermo in modo più accurato rispetto al servizio standard Android.

gestire, ottimizzare, luminosità schermo display android
Android; gestire la luminosità dello schermo in modo professionale!!

Su molti smartphone Android, anche i più evoluti, la gestione automatica della luminosità lascia molto a desiderare.
Fortunatamente possiamo ricorrere a Velis Auto Brightness. Questa applicazione (gratuita), permette di modificare la luminosità del display in base a quella letta dal sensore in modo molto più accurato rispetto al servizio standard Android.

Leggi anche: Android, ottimizza il consumo della memoria dello smartphone dotandolo di più RAM con il miglior strumento di ottimizzazione in circolazione.

Al primo avvio dell'applicazione seguire la configurazione guiadta in sette passi che, tramite semplici domande, permette di impostare il tipo di risposta dell'app alle variazioni di luce.
In seguito, dal menu Impostazioni è possibile intervenire su moltissimi parametri, tra cui;
- la velocità del cambio di luminosità,
- l'attivazione o meno del sensore di prossimità e tanto altro.

Molto bello anche il grafico che mostra la relazione tra luminosità percepita (in lux) e luminosità del display.

XDA threadforum.xda-developers.com/showthread
App Android
Nome:  Velis Auto Brightness
Sviluppatore:  Velis Works
Prezzo:  Gratis
Clicca per Scaricare
Da non Perdere:
Download veloci e sicuri di torrent su iPhone e Android; scopri come !!

Android; ecco come incrementare, in modo serio, la durata della batteria.

ottimizzare, incrementare la durata della batteria
Android, la durata della batteria aumenta alla grande con l'uso di Deep Sleep Battery Saver Pro.

La durata della carica della batteria è da sempre il cruccio per tutti i possessori di uno smartphone, specialmente quelli moderni, perché anche a display spento il sistema è sempre attivo: controlla la Rete, scarica la posta, verifica se ci sono nuovi post su facebbok o twitter, ecc. Tutte cose che comunque richiedono l'uso di energia,

Leggi anche: Android, ottimizza il consumo della memoria dello smartphone dotandolo di più RAM con il miglior strumento di ottimizzazione in circolazione.

Deep Steep Battery Saver Pro è l'unica vera, seria, soluzione al problema; pone lo smartphone in una specie di stato che viene chiamato "DeepSleep", spegnendo tutti i servizi non strettamente necessari.
L'app dispone inoltre di 5 profili preconfigurati e uno personalizzabile.
Nel profilo leggero i servizi vengono riattivati ogni 30 minuti  per 1 minuto, nei profili più aggressivi viene aumentato l'intervallo tra una riattivazione e l'altra.

Il profilo Personalizza permette di stabilire cosa deve essere addormentato e anche in quali giorni della settimana attivare l'utility. L'app installa anche una sua barra di notifica e un'icona con la carica.
L'app è disponibile anche in versione free, che però non permette la creazione dei profili personalizzati.

Deep Sleep Battery Saver versione Free: LINK
App Android
Nome:  Deep Sleep Battery Saver Pro
Sviluppatore:  AntTek Mobile
Prezzo:  2,40 € 
Clicca per Scaricare
Da non Perdere:

Monitorizza e analizza tutti i tipi di utilizzo dei dati mobili del tuo Android con Onavo Count.

WhatsApp; sempre collegati! Però attenti al traffico dati.

controllo traffico dati su app whatsapp
WhatsApp; collegati si! Però sempre attenti al traffico dati.

Per usare WhatsApp Desktop dobbiamo comunque tenere sempre acceso il nostro smartphone; i messaggi delle chat, infatti, giungeranno prima sul dispositivo e poi verranno visualizzati nell'interfaccia desktop.

Leggi anche: 

WhatsApp sul tablet Android senza connessione 3G. Scopri come!

Scambiando molte foto e video, quindi, il consumo di traffico dati di fatto aumenta notevolmente.
  • Per evitare che questo accada possiamo riprodurre i contenuti multimediali solo sullo smartphone oppure usare l'app sotto copertura Wi-Fi.
Risparmiare i dati del piano tariffario.
Se usiamo molto WhatsApp, possiamo consumare velocemente il traffico previsto dal nostro piano dati.
Ecco come evitare che questo accada:
  • La soluzione migliore è fare in modo che foto, immagini e audio vengano scaricati solo in presenza di una connessione Wi-Fi. Per farlo, andiamo in Impostazioni/Impostazioni chat e clicchiamo su Download automatico se abbiamo l'iPhone o su Scarica media automaticamente se abbiamo Android.
  • Impostiamo infine Wi-Fi per tutte le voci.
Da non Perdere:

WhatsApp, ecco come trasferire tutto su scheda SD smartphone Android [Guida].

Chromecast; controlla la pennina anche senza essere collegati alla stessa rete Wi-Fi.

gestire controllare chromecast anche su reti wi-fi diverse
Chromecast; ecco come controllare il dispositivo anche su reti Wi-Fi diverse.


Chromecast il dispositivo di streaming multimediale che si collega alla porta HDMI del tuo televisore.  Configuralo con una semplice app per dispositivi mobili potrai inviare alla tua TV i programmi, i film, la musica e tutti i tuoi contenuti Web preferiti tramite smartphone, tablet o laptop. 

Guest mode è una  modalità di Chromecast che permette di controllare la pennina anche senza essere collegati alla sua stessa rete Wi-Fi. 
Si tratta di una funzione annunciata da tempo da Google ma non ancora ufficialmente arrivata sul dispositivo: naturlamente questo non ha impedito ai modder di XDA di abilitarla sfruttando l'ultimo aggiornamento dell'app.

Leggi anche: Blocca l'accesso alle applicazioni sul tuo telefono Android.

Vediamo come è possibile
  • Per abilitare quindi la modalità ospite sul vostro dispositivo avrete bisogno dei permessi di root su Android (non su Chromecast) e dell'applicazione #Configurator for Root, disponibile gratuitamente sul Play Store. 
  • Quindi aprire l'app e inserire:
gms:cast:cast_nearby_device_scanner:is_enabled true
  • Poi premere su configure e aggiungere:
com.google.android.apps.chromecast.app
  • E infine premete sul pulsante Kill
  • Da ricordare! Dovete necessariamente avere l'ultima versione dell'app di Chromecast installata su Android.
Ulteriori Informazioni:
Ultimo aggiornamento; 12 marzo 2015
Versione corrente; 1.3
E' necessario avere Android 2.2 o versioni successive
App Android
Nome: #Configurator for Root
Sviluppatore:  Proto Dev Team
Prezzo:  Gratis
Clicca per Scaricare
Da non Perdere:

Guarda la TV sul tuo iPad, iPhone o tablet e smatphone Android, in casa o in mobilità, scopri come.

RunKeeper supporta finalmente Apple Watch, con importanti funzioni per monitorare l'attività fisica

RunKeeper supporta Apple Watch.

Non poteva essere diversamente; RunKeeper una delle app iOS per eccellenza e più popolari per il monitoraggio delle attività fisiche, supporta finalmente l'Apple Watch,

Con questa fortunata implementazione, gli utenti potranno usare RunKeeper direttamente su AppleWatch, piuttosto che su iPhone, e controllare quindi con più facilità i dati relativi sulla sulle proprie prestazioni fisiche (corsa, passeggiate, bicicletta, ecc).

Leggi anche: iPhone vecchio? (iPhone 2G e 3G). Non lo buttare, lo puoi trasformare in un nuovo modello con iOS 7 installato. Scopri come!!

Su Apple Watch potranno inoltre essere visionate informazioni come;
- la distanza totale,
- il ritmo attuale,
- la velocità,
- calorie bruciate e tanto altro.

Poter consultare queste informazioni "in tempo reale", direttamente dal polso, è sicuramente più comodo e veloce. Anche se l'Apple Watch offre già funzioni simili, con RunKeeper l'utente avrà a disposizione funzionalità più avanzate.
Sullo smartwatch compaiono anche delle notifiche motivazionali e sui progressi ottenuti. RunKeeper è disponibile gratuitamente su App Store, mentre la funzione Elite costa 35,99€ e si può acquistare direttaamente dall'applicazione.
App iPhone
Nome:  RunKeeper: GPS Correre Camminare
Sviluppatore:  FitneesKeeper Inc.
Prezzo:  Gratis
Clicca per Scaricare
Da non Perdere: Trekking e gite in montagna su Android come non hai mai fatto con ViewRanger GPS & Mappe.

Nandroid Backup; la funzione che permette di effettuare un backup completo di tutto il contenuto del telefono Android [Guida].

Guida Nandroid Backup Android completo
Nandroid Backup; ecco come si fa!!

Prima di compiere qualsiasi operazione complicata o prima di smanettare con tweak e script vari è sempre consigliabile eseguire un backup completo del sistema.
Nello specifico, il Nandroid Backup è una funzione che permette di effettuare un backup completo di tutto il contenuto del telefono, cosa possibile in quanto a differenza di tool o programmi vari presenti nel market android lavora direttamente a basso livello.
In pratica viene effettuata una copia completa delle principali partizioni del telefono, sistema operativo e dati vari compresi.
Questa utilissima funzione è compresa in tutte le versioni della ClockWork Mod recovery, quindi avere questo tipo di recovery modificata è indispensabile.

Leggi anche: Gestire la recovery del proprio Android senza entrare nella Recovery.

Prima di iniziare le operazioni di backup assicuriamoci di avere sufficiente carica di batteria a disposizione o alimentazione esterna;

  1. Quindi avviamo lo smartphone in modalità recovery (accendendolo con Home, Volume Su e Power).
  2. Nella CWM selezionare Backup and Restore e poi Backup to/storage/sdcard1: confermare e attendere che il backup venga completato.


  • Al termine, riavviamo lo smartphone e colleghiamolo al Computer..
  • Attendere che venga riconosciuto e che si apra la finestra di Esplora risorse.
  • Cliccare su Card per aprire la Micro SD e copiare l'intera cartella Clockworkmod sull'hard disk del Computer (così da averne una copia di riserva se quella presente sulla SD dovesse cancellarsi).
  • In caso di bisogno, possiamo ripristinare il backup nella SD riavviando il telefono in modalità recovery, poi scegliere Backup and Restore e poi Restore from / storage/sdcard1.

■ Ricordiamoci sempre che per muoversi tra i menu della CWM dobbiamo usare i tasti Volume Su e Volume Giù, mentre  per selezionare una voce basta premere Home o Power.

Da non Perdere: Android, ottimizza il consumo della memoria dello smartphone dotandolo di più RAM con il miglior strumento di ottimizzazione in circolazione.